parco di Monte Mario
partecipano:
Filo della Torre
ass. Delle Torri
UIC Roma
nereide
amicando
Tyrrhenum

Obiettivi del progetto Naturalmente Accessibile

Il progetto Naturalmente Accessibile nasce dalla voglia di contribuire allo sviluppo della cultura di accessibilità partecipando attivamente alla concretizzazione di iniziative che rendano fruibile il patrimonio delle aree naturali nella provincia di Roma.

Nel nostro lavoro con l’associazione di Montagnaterapia ci confrontiamo quotidianamente sia con gli aspetti terapeutici della montagna e degli ecosistemi naturali più in generale, che con la domanda di accesso a questi contesti da parte di persone con disabilità.
Abbiamo notato che se da un lato è facile accendere l’interesse verso questo tipo di attività, dall’altro risulta difficile reperire informazioni utili all’organizzazione di uscite accessibili nei contesti naturali, sia per persone con disabilità che per le associazioni che ad esse offrono servizi. Spesso le informazioni circolano solo attraverso ristretti contatti personali. Abbiamo quindi pensato di proporre uno spazio di scambio tra soggetti che agiscono per favorire l’accesso ai contesti naturali alle persone con disabilità, nell’ipotesi che da qui possano nascere sia una miglior disponibilità di informazioni ed esperienze, sia scambi e pratiche di rete aperte a nuove iniziative.

Il progetto

Finalità:
La finalità del progetto è di promuovere un confronto tra soggetti interessati a sviluppare un percorso condiviso sull'accessibilità dei parchi naturali urbani e extraurbani a persone con disabilità, con l'obiettivo generale di individuare e mobilitare le risorse presenti, attraverso un sistema di organizzazione in rete, verso la costruzione l di spazi verdi accessibili alle persone con disabilità.

Descrizione
:
L’iniziativa consiste nella costruzione di una rete, tra soggetti presenti sul territorio della provincia di Roma, per l’approfondimento del tema delle disabilità in relazione all’accessibilità degli spazi verdi, con la costituzione di gruppi di studio e la costruzione di un portale web per promuovere e facilitare lo scambio di informazioni e risorse. Il lavoro convoglierà in un incontro-evento conclusivo aperto alle realtà territoriali e alla popolazione con attività di sensibilizzazione e divulgazione.
La proposta prevede un percorso di scambio tra enti territoriali ed organizzazioni che con competenze specifiche intendono promuovere una possibilità di accesso ai contesti naturali per persone con problemi di disabilità nell'ipotesi che questo possa essere sia un fattore di miglioramento della qualità della vita che un'occasione di valorizzazione dell'ambiente naturale. L’intervento è pensato come una serie di incontri ed iniziative da svolgersi nell’arco di 8 mesi volti a iniziare un percorso condiviso di studio e riflessione con le organizzazioni del territorio provinciale che si riterranno interessate. Tra i temi proposti: l’autonomia della persona con disabilità e gli spazi sociali dei contesti naturali (sport, benessere e miglioramento della qualità della vita mediante l’ambiente naturale); l’accessibilità di contesti naturali (parchi protetti, percorsi e sentieri). Conclusione del percorso sarà un incontro-dibattito aperto al territorio, con l’obiettivo di proporre, a partire dalle riflessioni prodotte, la costruzione di un percorso nel lungo tempo sul problema trattato.

obiettivi:
  • condivisione e diffusione delle informazioni sia sulla fruibilità delle aree verdi che sui soggetti (enti, associazioni, cooperative, …) che operano tra natura e disabilità;
  • sviluppo di nuovi percorsi volti all'integrazione sociale e al miglioramento del rapporto tra territorio e cittadino.